Adopte

Adopte

Jane Austen: una ribelle per scelta

Jane Austen amava la semplice vita di campagna, era affascinata dal mare e dal canto degli uccelli. Ha dato al mondo Mr Darcy e sei romanzi che ancora oggi plasmano il nostro immaginario romantico. Quest'anno ricorre il 205° anniversario della morte di Jane Austen, un'autrice che credeva che una relazione tra due persone sia giusta solo se condividono un affetto. Il che non era una visione molto popolare per i tempi in cui viveva.

Jane, figlia di un ecclesiastico dell'Hampshire, nacque a Steventon Parsonage, nel sud dell'Inghilterra, il 16 dicembre 1775. Settima di otto figli, è cresciuta in una famiglia felice e le carriere dei suoi due fratelli e il destino delle loro famiglie hanno influenzato in modo significativo la sua scrittura. 

Jane Austen iniziò a scrivere in giovane età e le sue prime opere risalgono al 1787 e comprendono bozzetti drammatici, satire e poesie. Amici e parenti fecero circolare le sue opere e sollecitarono gli editori, ma ci volle più di un decennio prima che Ragione e Sentimento (1811) venisse dato alle stampe, seguito a breve distanza da Orgoglio e Pregiudizio (1813), che Jane stessa definì "il suo amato bambino". La critica accolse i romanzi della Austen con entusiasmo, lodando il modo in cui l'autrice rendeva "interessanti le cose e i personaggi comuni per la verità della descrizione e del sentimento".

Nel 1802, Jane accettò di sposare Harris Bigg-Wither, ventunenne erede di una famiglia dell'Hampshire, ma cambiò idea la mattina dopo. Ci sono molte storie contrastanti che la collegano a una persona di cui si innamorò, ma che morì molto presto. Molti esperti della sua letteratura hanno cercato di stabilire i fatti delle sue relazioni. Purtroppo, le prove sono insoddisfacenti. Inoltre, la sorella Cassandra censurò le lettere superstiti dopo la morte della scrittrice, distruggendone molte.

Entrambi i romanzi, Ragione e Sentimento ed Orgoglio e Pregiudizio, ruotano intorno alla sorellanza. Jane si è ispirata a questo tema per il suo stretto rapporto con l'unica sorella Cassandra. Sia Jane che Cassandra ebbero numerose storie d'amore ma, come le eroine della Austen, rifiutarono di sposarsi. I due hanno scelto di sfidare le convenzioni sociali dell'Inghilterra del XIX secolo e sono rimasti single, mantenendo la madre dopo la morte del padre nel 1805.

Nel 1809 Austen si trasferisce con la madre e la sorella a Chawton, un tranquillo villaggio dell'Hampshire. Lì, in una casa donata dal ricco fratello Edward, Jane trascorse gli anni più felici. Traeva soddisfazione dal fatto che le sue opere erano ben recensite e molto lette. Il Principe Reggente, poi Giorgio IV, ne apprezzò talmente tanto che ne fece installare un set in ciascuna delle sue residenze ed Emma, per discreto ordine reale, fu "rispettosamente dedicata" a lui. Tutti e sei i suoi romanzi risalgono a questo periodo. Mansfield Park fu pubblicato nel 1814, mentre Emma, nel 1815. 

La Austen dedicò gli ultimi 18 mesi della sua vita alla scrittura. La scrittrice morì, a soli 41 anni, per cause inspiegabili, il 18 luglio 1817, lasciando che la sottile Persuasione e la sua satira gotica L'abbazia di Northanger venissero pubblicate nello stesso anno, cosa che avvenne.  

Nonostante il passare degli anni, la popolarità di Jane Austen non accenna a diminuire e l'autrice rimane un fenomeno culturale. Tutti i suoi romanzi sono stati tradotti in molte lingue e hanno ricevuto adattamenti cinematografici. Uno dei più recenti Persuasione, interpretato da Dakota Johnson, può essere visto su Netflix.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti piacerà molto:

YOKO ONO, ARTISTA VISIVA

back to top