AdottaUnRagazzo.it

Guida ai baci dei film - Parte II

Il bacio è un'arte, e come tutte le forme d'arte, lo stile dominante cambia nel corso delle epoche. Con ogni decennio, il bacio sul grande schermo si è modificato a seconda di ciò che stava accadendo nella cultura, così come le restrizioni imposte ai registi.

Negli anni ‘40, un bacio non poteva durare più di 3 secondi, negli anni ‘50 avveniva solo a casa, negli anni ‘60 il bacio sullo schermo subì una rivoluzione, per scioccare nuovamente il pubblico negli anni ‘70. Qual è stata la sua storia successiva? Scopri la seconda parte della nostra guida ai baci cinematografici.

Gli anni '80: i baci della scuola 

Questo periodo ha visto il revival del film adolescenziale, da Sixteen Candles, Pretty in Pink, Breakfast Club, Say Anything a Dirty Dancing. Queste produzioni non avevano paura di mostrare i primi baci imbarazzanti, che potevano essere sia la battuta di uno scherzo che l'avvincente gran finale. Mentre molti denigrano il genere cinematografico e la sua trama un po' prevedibile, questi film non solo hanno insegnato a una generazione di giovani come fare grandi gesti con l'accompagnamento di ballate romantiche, ma hanno anche raccontato storie che erano in anticipo sui tempi.

 Anni '90: baci a bocca aperta 

Gli anni '90 nel cinema non potevano fare a meno dei baci con la lingua. Le commedie romantiche dell'epoca presentavano di solito una protagonista femminile indipendente che veniva rimorchiata da un ricco uomo in carriera. La regista Nora Ephron ha creato la leggendaria trilogia di When Harry Met Sally, Sleepless in Seattle e You've Got Mail, che includeva alcuni dei baci cinematografici più iconici. 

Questa era un'epoca in cui gli inizi di internet cominciavano a permeare la cultura degli appuntamenti. Gli amanti si chiamavano con enormi telefoni cellulari e scattare selfie era più grafico che mai. La fine degli anni 90 portò anche Titanic e con esso il leggendario bacio tra Rose (Kate Winslet) e Jack (Leonardo DiCaprio) sulla prua della nave passeggeri più famosa della storia.

Gli anni 2000: baci occasionali 

Con l'avvento degli anni 2000, i baci sono diventati più sofisticati dando spazio a una combinazione più artistica di labbra, lingua e occhi chiusi. I migliori esempi di questo sono il bacio appassionato a testa in giù tra Peter (Tobey Maguire) e Mary Jane (Kirsten Dunst) in Spider-Man, e il bacio focoso tra Noah (Ryan Gosling) e Allie (Rachel McAdams) sotto la pioggia. Gli anni 2000 hanno anche visto il cinema aprirsi alle tematiche LGBT+. E così Brokeback Mountain è arrivato sugli schermi nel 2005, anche se le relazioni intime sono avvenute lontano dalla telecamera. Non è stato fino a Moonlight del 2016 e Call Me By Your Name del 2018 che il pubblico ha potuto vedere non solo baci appassionati tra personaggi dello stesso sesso, ma anche scene di sesso. 

I baci sul grande schermo possono essere una forma di ribellione contro gli ideali conservatori, così come un'interpretazione unica del momento presente. Possiamo solo osservarli attentamente, perché possono dirci molto di più su noi stessi e sulla nostra società di quanto possiamo pensare.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti piacerà molto:

Guida ai baci dei film - Parte I

back to top